.
Annunci online

 
stella-marina 
Il mio mare, blu in ogni stagione
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca



 

Diario | Detto da altri | Ricordi | Anniversari | Idee | Per te | Persone speciali | Luoghi incantati | Tele-visioni | Leggendo | A spasso | Si può fare | Ciak, si gira... |
 
Diario
1visite.

20 ottobre 2008

Verso il cielo

La testa per aria... :-)

10 gennaio 2008

Chance for changes

Vivere a Ferrara ha introdotto degli importanti cambiamenti nella mia vita.
Non so più cosa sia il traffico, le levatacce per andare al lavoro e le ore perse in macchina per tornare a casa. Sto apprezzando come sia bello andare al lavoro a piedi, tornare a casa chiacchierando con una collega, uscire dall’ufficio sapendo che Luigi mi sta venendo incontro per andare a prendere una cioccolata o a fare la spesa insieme.
Ho il tempo per andare ad assistere alla presentazione di un libro, per fare un salto da Feltrinelli e da Mel con calma, avendo la libertà di comprare un libro non appena avrò terminato quello che sto leggendo tanto le librerie sono sulla strada di casa.
Piccole cose che rendono piacevole una giornata o che ti danno la possibilità di raddrizzarne una storta.
Poi, ci sono altre cose che non avrei mai immaginato di fare.
Non avrei mai pensato di comprare ed indossare un cappello. Ho imparato ad apprezzare che avere qualcosa sulla testa oltre a proteggere dal freddo, mantiene in ordine i capelli, fatto non di secondaria importanza nei giorni in cui devi rimanere nove ore in ufficio conservando anche un aspetto decente nelle giornate con un po’ di fotogenica nebbia e di bagnata umidità.
Oppure andare al lavoro in bicicletta. Finalmente ho dato un senso all’acquisto della mia bici blu fatto un paio di anni fa. A Ferrara la bici è di gran lunga il mezzo di trasporto più utilizzato. Sfidando ogni legge fisica, ho visto mamme andare in bici con il bimbo grande dietro e quello piccolo nel seggiolino davanti, signore anziane mantenersi in equilibrio perfetto con tre o quattro buste della spesa, ragazzi con una mano sul manubrio mentre con l’altra trascinano un trolley per le vie della città. La bicicletta è nel dna dei ferraresi, andare in bici ti fa sentire parte della città e a me mette allegria.
Certo, ancora non so fare i cappelletti e i tortelli di zucca, ma datemi tempo… Anche se penso che la ere romana non la perderò mai e che sarò sempre una romana-ferrarese… J


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ferrara cambiamenti my life

permalink | inviato da stella-marina il 10/1/2008 alle 22:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

1 gennaio 2008

Buon Anno!

Sono stati dieci minuti di magia tra musica, colori ed emozioni!
A tutti voi un abbraccio e l'augurio di 366 giorni da riempire di cose belle.

19 dicembre 2007

La mia vita, a Ferrara...

Questa volta la pausa è durata a lungo. Ma c’è un motivo. Il blog è rimasto qui, ma io mi sono spostata, e di un bel po’. Da Roma sono andata a vivere a Ferrara, la città più bella del mondo. Un cambiamento lungamente atteso a causa della mia caduta di agosto che mi ha tenuto ferma per circa due mesi e mezzo. Sono stati giorni lunghi, duri, dolorosi, durante i quali i miei amici virtuali, ma forse più veri dei reali, mi hanno aiutato non poco.
Ma passiamo alle belle notizie. Ora vivo in questa città piccola, ma incantevole che mi ha completamente stregata. Prima ne ero innamorata, ma ora ho proprio perso la testa. Mi piace tutto: i vicoli, le stradine, i palazzi , le chiese… andare al lavoro la mattina è una passeggiata che mi riempie gli occhi di bellezza e di stupore.
Via Garibaldi con i suoi negozi, Piazza Municipio con lo scalone d’onore e la Torre della Vittoria. Il vòlto del cavallo e la facciata della cattedrale ti appare d’improvviso che rimani senza fiato. Basta spostare lo sguardo verso sinistra e i torrioni del Castello Estense sono lì con tutta la loro imponenza ed eleganza. Via Voltapaletto, via Savonarola, con le loro chiese, il bellissimo cortile di Casa Romei che vedo dal portone socchiuso, i ragazzi che vanno a scuola e all’università. Poi giro a destra e sono arrivata in ufficio, piena di energia e di voglia di fare. E questo è solo uno dei percorsi possibili, che scelgo a seconda del tempo a disposizione e dell’umore, perché ci sono anche delle strade piene di negozi, da non fare la mattina però…
Finora il tempo è stato clemente e mentre a Roma pioveva, a Ferrara c’era un cielo azzurro limpido e terso perfetto per far risaltare il colore ocra dei palazzi ferraresi. Ma anche nei giorni di nebbia, solo un paio per ora, Ferrara ha mostrato il meglio di sé… sembrava uscita da un libro di fiabe tanto era bella e magica. E a me sembrava di essere a Brigadoon… J

sfoglia
settembre        novembre